Piccoli prestiti Cariparma: finanziamenti, migliori offerte, come accedervi

Piccoli prestiti cariparma

La Cariparma appartiene al gruppo Credit Agricole, come la finanziaria Agos. La banca propone diversi tipi di prestito, caratterizzati da un’ottima flessibilità di gestione e di rimborso. Tutti i prestiti offerti dalla finanziaria rientrano nella categoria dei prestiti personali, ossia finanziamenti destinati a una persona fisica. Vediamo di scoprirne di più su questi finanziamenti, al fine di informare al meglio il lettore – e possibile sottoscrivente.

Come per ogni prestito è necessario che il beneficiario abbia almeno 18 anni di età – e massimo 75. Deve essere residente nel territorio italiano, da almeno 6 mesi, e avere un reddito mensile dimostrabile.

Tipologie di prestiti Cariparma

Come abbiamo accennato ci sono diversi tipi di prestito offerti da Capiparma. Nel dettaglio possiamo contarne 4 (che sono i maggiori e i più diffusi), a seconda della finalità del finanziamento stesso:

  • il primo è generico, e si tratta del Flessibile;
  • ce n’è poi uno finalizzato alla casa e ai mobili, ossia Arredo;
  • Pago Facile Auto è ideale per l’acquisto di una vettura, nuova o usata. L’importo ottenibile è limitato, ma possiamo usarlo anche per pagare l’assicurazione dell’automobile;
  • Infine il Flessibile Ristrutturazione Casa. Simile al primo e al secondo, è utile per rinnovare la nostra abitazione. Bisogna presentare alla banca un preventivo dei lavori che andremo a eseguire per completare la domanda.

Caratteristiche generali

Anche se ci sono diverse soluzioni tra cui scegliere, in base alle nostre esigenze, è possibile notare delle caratteristiche comuni in tutte le proposte. La prima riguarda l’importo massimo richiedibile: in ogni caso si possono ottenere fino a 75 mila euro. Un’altra peculiarità di questi prestiti è la flessibilità degli stessi. Il debitore ha modo di variare il piano di ammortamento, saltare una rata (e recuperarla poi a fine rimborso), o estinguere il debito in un’unica soluzione.

Le differenze invece sono diverse, e riguardano:

  • la durata del piano di ammortamento. Nel caso del Prestito Flessibile e di quello Arredo per esempio avremo un massimo di 96 rate mensili, che diventano 180 se sottoscriviamo il Prestito Ristrutturazione;
  • il tasso di interesse che dovremo pagare (talvolta possiamo scegliere se lo vogliamo fisso o variabile).

Prestito Agevolato, che cos’è?

Oltre i finanziamenti che abbiamo appena visto i privati possono accedere al Prestito Agevolato al 5 per cento. Con tale finanziamento possiamo ottenere fino a 10 mila euro, da restituire in un massimo di 60 rate mensili. Per sottoscrivere il prestito è necessario mostrare come garanzia la busta paga, e il TFR maturato fino al momento della richiesta.