Piccoli prestiti con firma digitale: guida, informazioni

Indice dei contenuti

Richiedere un prestito spesso significa sottoporsi a un iter lungo e articolato. Con l’avvento di internet, sempre più banche e finanziarie concedono prestiti online, accorciando notevolmente i tempi di attesa. Per questo motivo è stata collaudata la firma digitale, un validissimo sostituto a quella autografata. In questo modo firmare documenti e scartoffie diventa semplice e davvero rapido.

Che cos’è la firma digitale?

Come accennato, la firma digitale sostituisce in pieno quella autografata. Questa sorta di documento è personale e personalizzabile. Viene costruita partendo dai propri dati, di conseguenza sarà diversa e dissimile per ognuno. Si può richiedere prima di sottoscrivere un prestito, e ottenerla è davvero semplice. Firmando in questo modo, le tempistiche per la richiesta di un prestito si accorciano notevolmente. Questa innovazione infatti è stata introdotta proprio per agevolare la procedura. La firma digitale ha numerosi vantaggi, tra cui quello di rendere il richiedente subito riconoscibile. Anche per questo, sempre più utenti scelgono di chiedere un prestito con firma digitale.

prestito-con-firma-digitale
La richiesta di un prestito è una procedura abbastanza articolata. Inoltre si impiega molto tempo prima di poter chiudere la pratica. Questo succede anche perché bisogna firmare una miriade di documenti e contratti. Grazie alla firma digitale, che sostituisce quella autografata, questi tempi si accorciano notevolmente.

Come ottenere la firma digitale?

Creare la propria firma digitale è davvero semplice. Infatti è possibile richiederla sul web, direttamente sul sito della banca o della finanziaria con cui vogliamo sottoscrivere il prestito. Ci vorranno pochi minuti, e i seguenti documenti:

  • un documento d’identità in corso di validità (va bene carta d’identità o passaporto);
  • un documento che attesti il reddito percepito, come un paio di buste paga (se dipendente) o il modello unico (qualora il richiedente fosse libero professionista);
  • il codice fiscale.
In alcuni casi vengono richieste anche le coordinate bancarie, per effettuare controlli di giacenza media e accreditare successivamente la somma richiesta. Inoltre bisogna fornire il proprio numero di cellulare. Su questo arriverà un sms con il codice di password temporanea.

I vantaggi della firma digitale

Come abbiamo visto richiedere la firma digitale è davvero facile e veloce. Ma una volta ottenuta, quali vantaggi si possono ottenere? Prima di tutto c’è da specificare che il servizio non ha alcun costo, quindi è gratuito. C’è da dire che è una procedura veloce, che ci permette di risparmiare tempo anche in seguito. Infatti con questo tipo di firma non dovremo attendere e firmare una miriade di scartoffie e contratti. La concessione del prestito ha una tempistica dimezzata, non solo ridotta.

presiti-con-firma-digitale
La firma digitale ci permette di richiedere e ottenere un prestito in un tempo brevissimo. La firma costituisce un documento che rende l’utente riconoscibile, e gli permette di ottenere i soldi in brevissimo tempo.

La comodità del tutto non è da sottovalutare: si può richiedere un prestito comodamente seduti sul divano. Anche questo aspetto rende la firma digitale una soluzione allettante e pratica per chi ha bisogno di un prestito in poco tempo.

La firma digitale è davvero sicura?

C’è chi è sempre un po’ titubante a inserire i propri dati su internet, anche su siti sicuri come quelli di banche e finanziarie. Effettivamente richiedendo una firma digitale, si forniscono al sito numerosi dati sensibili. Il tutto però avviene in sicurezza, in quanto l’operazione è gestita dall’Infocert. Questo è l’ente certificatore, in Italia, per i servizi in forma digitale. Si possono quindi inserire i propri dati in maniera tranquilla e sicura.

L’Infocert è l’ente che si occupa della sicurezza digitale. In Italia è l’istituzione a cui ci si rivolge per poter effettuare operazioni online in tutta sicurezza.

Quanto tempo vale la firma digitale?

La firma digitale solitamente ha una durata abbastanza lunga. Infatti ha una validità di circa 3 anni. Questo dipende dal kit di software o hardware a cui ci si affida. Con alcuni di questi è possibile ricevere la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Questo documento è utile per attestare la validità della firma, e in generale l’identità di chi la richiede. Questi kit si possono ordinare sul web, e hanno un costo inferiore ai 100 euro.

Che prestito posso richiedere con una firma digitale?

Una volta ottenuta la firma, che tipo di prestito si può richiedere? In realtà molto varia dalla banca o dall’ente a cui si fa richiesta. In generale è possibile ottenere qualsiasi tipo di prestito. La rata e i tempi di restituzione variano, così come l’ammontare della cifra che la banca può elargire. Di solito è possibile richiedere fino a 100 mila euro, compilando la richiesta con firma digitale. La tempistica è accorciata e facilitata dalla firma digitale, per il resto il processo e le modalità sono le stesse che con firma autografata. Inoltre grazie a questo processo innovativo possiamo scegliere e personalizzare le rate, il tasso d’interesse e decidere in quanti mesi restituire la somma.

presiti-con-firma-digitale
La firma digitale facilita il processo di richiesta del prestito. Per il resto, le modalità di recezione dei soldi è la stessa che per una richiesta con firma autografata. Un altro vantaggio di questa procedura è che si possono personalizzare la somma della rata, i tempi di restituzione e il tasso di interesse.

Modalità di richiesta del prestito

Come abbiamo visto, si possono richiedere fino a 100 mila euro in prestito. Questo cambia da banca in banca, ma in linea di massima è possibile ottenere una somma cospicua con questa metodologia di richiesta. Firma digitale alla mano, basterà inserire la cifra che si desidera e personalizzare rata e tempo di restituzione. In questo modo possiamo avere il pieno controllo sul nostro prestito. Una volta stabiliti tutti i campi di cui sopra, si invia il modulo in attesa che il fascicolo venga esaminato. Una volta analizzati i dati, che devono risultare idonei, la banca invierà una OTP, ovvero una password temporanea. Questo codice, ricevuto per sms, ci servirà per la registrazione effettiva della firma digitale. La password ci consente di accedere a un’area riservata, dove inserire un PIN scelto da noi, e inviare la richiesta effettiva del prestito.

In quanto tempo si riceve il denaro?

Anche questo fattore varia in base alla banca o finanziaria a cui affidiamo la pratica. In generale la firma digitale permette di accorciare notevolmente i tempi, soprattutto quelli di invio dei moduli per la richiesta. Infatti non dovremo scaricare, stampare, leggere e firmare i moduli, per poi inviarli nuovamente alla banca. Con la firma digitale si può fare tutto online, e in pochi minuti. Una volta accolta la richiesta, dopo quindi aver inviato tutti i documenti ed essere risultati idonei, il prestito sarà elargito nel giro di pochi giorni. Il denaro di cui abbiamo bisogno verrà versato sul nostro conto corrente, le cui coordinate sono state fornite nei passaggi precedenti.

C’è da dire che se ci si rivolge alla banca presso la quale possediamo il conto corrente, i tempi di attesa sono ancora più brevi.

Se non si paga una rata?

Le modalità di pagamento di solito sono altrettanto comode e pratiche come quelle di richiesta. Infatti spesso si effettuano pagamenti online, accrediti e bonifici. In questo modo sarà veloce anche ripagare il prestito, evitando file alla banca o la compilazione di ulteriori moduli e cedolini. Alcune finanziarie concedono la possibilità al richiedente di posticipare una rata. Si può usufruire del vantaggio fino a tre volte in tutto. Di norma le rate che abbiamo saltato vengono pagate alla fine della restituzione totale. Così facendo l’ammontare economico di ogni rata non cambia. Il denaro in debito quindi non viene spalmato sugli altri addebiti, ma viene elargito in un’unica soluzione alla fine del piano rimborso.

pagare-rate-online
Grazie allo sviluppo di nuove tecnologie, e con l’avvento della firma digitale, è possibile pagare le rate del prestito anche online. In questo modo si può risparmiare tempo ed evitare file e code in banca. Il pagamento dell rate si può effettuare da casa, comodamente seduti di fronte al pc.

Firma digitale: pro e contro

Dopo aver ispezionato a fondo le modalità di richiesta della firma digitale, e come possiamo sfruttarla, possiamo affermare che non ci sono dei risvolti negativi in questo processo. Infatti possiamo trarne numerosi vantaggi, senza rischi e senza costi aggiuntivi. Non ci sono dunque delle “falle nel sistema”, che rendono la firma digitale un’operazione superflua o difficile da effettuare. Per questo motivo la firma digitale è consigliata per chi ha bisogno di una somma di denaro, anche piccola, in un tempo abbastanza breve. I numerosi vantaggi che porta con sé, hanno permesso alla firma digitale di essere sempre più scelta dagli utenti.